Archivi tag: energia oscura

Fisica – Etere

HOME

Etere, etere luminifero, campo quantico, energia oscura, matrice divina,scintilla divina, prana, reiki, campo sorgente, campo del vuoto, energia del punto zero etc… Tanti nomi quanti gli ambiti e discipline nei quali se ne è parlato ( spesso senza saperne il suo reale significato ).

Io la definisco come l’energia prima che genera ogni cosa tramite un moto vibrazionale.

Da sempre le religioni palano di una qualcosa di divino che è onnipresente e onnipermeante, la scintilla presente in tutte le cose.

Ma vediamo come è stato considerato nella storia della fisica.

Al tempo della fisica meccanicistica, dove tutto il visibile era considerato nell’ottica di interazione tra materia e forze, l’etere veniva visto come medium necessario di collegamento. Successivamente con l’entrata in scena della fisica ondulatoria, esso era diventato il mezzo tramite il quale esse si propagano. Eliminato poi a seguito dell’esperimento di Michaelson-Morley che ad una superficiale lettura sembrava escluderlo e dallo stesso Einstein che però lo recuperò in seguito.Fermiamoci ora e vediamo perchè.

A scuola le sue teorie le abbiamo studiate tutti. Ma pensiamo davvero di averle capite? Partiamo dalla velocità della luce che piega lo spazio/tempo per mantenere sempre la stessa velocità. ….. ….. …… un attimo ….. piega lo spazio/tempo…… ma la velocità della luce non si propagava nel vuoto?????!!!! Tralasciando l’evidente paradosso che qualcosa si propaghi nel nulla, come fa il vuoto a piegarsi*??????!!!!! Come mai mi ricordo che ci insegnavano anche che l’etere non esisteva perché “lo aveva detto pure Einstein”… quando invece lo ha poi recuperato???!!! Mistero! Altra cosa. La famosa formula accettata da tutti E=MC^2, mi sono accorto solo io che sancisce che la materia alla fine è energia=tutto quello che vediamo è energia? Ditemi se non è spirituale una teoria che ipotizza che tutto, io, voi, gli animali, le piante, la terra il sole, le galassie e l’universo siamo tutti fatti della stessa cosa! Ma no noi queste cose le studiamo solo perché poi “se vado all’ università e voglio fare fisica per poi spedire i razzi in orbita o simili almeno ho un’infarinatura generale”! Poi il nostro caro Einstein come mai dice la famosa frase “Dio non gioca a dadi”? Sarà forse che le sue ricerche lo avevano convinto di qualcosa? No certo “Scienza e Religione sono due cose separate, poi quello era un burlone si sa!”………

La fisica post-Einstein pertanto ha da quel momento escluso il concetto di etere. Nonostante questo sempre più ricerche hanno dimostrato che lo spazio non è vuoto. Sono stati osservati infatti in diversi esperimenti emissioni dal vuoto ( o campo ) di fotoni, raggi gamma, nonché interazioni energetiche, come l’effetto Casimir e la forza di legame di VanDerWalls. La spiegazione riconosciuta è che si tratta di interazioni vorticose legate a creazione a annichilazione di particelle. ….. ….. … ma ancora???!!!! Ma come è possibile che il vuoto ( a logica linguistica = totatale assenza di qualsiasi cosa ) generi qualcosa, addirittura delle particelle.Beh una soluzione la fisica ufficiale l’ha trovata. La supposta materia la genera l’antimateria** che è collegata alla materia oscura*** che è collegata all’energia oscura****! Certo ….. però l’etere non esiste!

 

Un grazie

Helios84

Vi invito come sempre vi invito a leggere le pagine INIZIA DA QUI e FINALITA’ DEL BLOG        Per scrivermi: leggedelluno@gmail.com

 

Approfondimenti

 

*il motivo è che lo spaziotempo ha una matrice eterica di natura geometrica, e pertanto può piegarsi. Il discorso verrà ampliato nella trattazione della fisica dei solidi platonici

**tratteremo l’antimateria riguardo al discorso sulla fisica di Dewy Larson che ipotizza l’esistenza di una dimensione parallela di tempo/spazio contrapposta al nostro spazio/tempo

*** la materia oscura è stata supposta per spiegare l’anomala velocità delle stelle più lontane dal centro galattico che non rispettato le leggi gravitazionali di Keplero

****l’energia oscura è stata supposta per spiegare l’anomala velocità di allontanamento delle galassie esterne nel moto di espansione dell’universo

HOME