Archivi tag: metafisica

Fisica – Legge di Conservazione Massa ed Energia

HOME

“Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”.

Ricorderete sicuramente questo principio postulato da un certa scuola di pensiero in Grecia al tempo dei primi filosofi, il cui esponente più noto era Empedocle.

Esso si riferiva alla totalità dell’essere, in tempi in cui non c’era separazione tra “anima e materia”. Di conseguenza tutto ciò che andava empiricamente contro questa regola, ad esempio la morte, era vista come “doxa”, cioè apparenza o illusione.*

Successivamente però, prevalse la visione empirista che sublimava la doxa da illusione ad unica realtà in quanto direttamente manifesta, così implicitamente negando o nel migliore dei casi classificandolo come dato da dimostrare, l’esistenza del metafisico. Nacque così a livello concettuale la separazione tra “fede e scienza”**

 

Il concetto così “spurgato” dell’argomento spirituale, venne studiato più volte e passato agli onori della storia della fisica in forma chiara ed esplicativa con Antoine-Laurent de Lavoisier nel suo famoso:

PRINCIPIO DI CONSERVAZIONE DELLA MASSA (CHIMICA) – in una reazione chimica nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma

La stessa va corretta alla luce della teoria della relatività laddove E=MC^2

all’interno di un sistema chiuso, in una reazione chimica la massa dei reagenti è esattamente uguale alla massa dei prodotti, anche se appare in diverse forme

diventando:

all’interno di un sistema chiuso, a seguito di ogni tipo di trasformazione, l’energia totale sarà sempre la stessa anche se apparirà in diverse forme

 

Ora veniamo a noi.

Proviamo a riformulare l’ultimo postulato sostituendo ed integrando man mano

all’interno dell’universo ( per definizione un sistema chiuso ), a seguito di ogni tipo di trasformazione-ad esempio del ciclo di nascita/morte-  , tutto quello che si è trasformato – ad esempio la coscienza dell’individuo – continuerà ad esistere anche se in diversa forma

Come vedete, al contrario di quanto il senso comune pensi, la scienza, anche se maniera implicita, ha continuato la ricerca metafisica. La legge di conservazione dell’energia totale, fornisce un presupposto scientifico per l’immortalità dell’anima. Esperimenti come quelli di Masaru Emoto con la” memoria dell’acqua”, dimostrano in maniera inequivocabile che il pensiero umano sia energia***.

Come si vede poi con la fisica quantistica ( ad esempio nel fenomeno del Quantum Entanglement ) lo stesso concetto di tempo e spazio è da rivedere, arrivando a definire la nostra percezione di esse come illusorie.

E’ pertanto tempo che si torni alle origini, riunendo i concetti di fede e scienza ed indagando il mondo nell’ottica del concetto originale greco, aggiornandolo:

“Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma” che diventerà per analogia essendo il concetto di trasformazione illusorio**** :

NULLA SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE, TUTTO E’.

 

Un grazie

Helios84

Vi invito come sempre a leggere le pagine INIZIA DA QUI e FINALITA’ DEL BLOG        Per scrivermi: leggedelluno@gmail.com

 

Approfondimenti:

 

 

*questo principio vine esplicato in maniera chiara per la prima volta da Parmenide

** accostando il termine “fede” a scienza, la battaglia è persa già in partenza in quanto per scienza si intende al contrario qualcosa di inequivocabilmente dimostrabile. I Termini giusti dovrebbero essere metafisica al posto di fede e fisica al posto di scienza, laddove entrambi gli ambiti sarebbero all’interno delle possibilità e necessiterebbero di dimostrazione scientifica. E’ infatti mia tesi ( vedere qui ) la possibilità di DIMOSTRARE la realtà della Metafisica.

*** Masaru Emoto ha scoperto che l’acqua reagisce agli stati emotivi della psiche umana. In un suo esperimento tipo una persona comunica all’acqua, tramite pensiero e parole un concetto, ad esempio rabbia. Successivamente, l’acqua viene fatta congelare osservando quindi la forma geometrica dei cristalli

**** i greci definivano il concetto di trasformazione in relazione al suo essere l “evidenza prima” ed incontestabile. Ora in seguito all’indagine quantistica sappiamo che non è così

 HOME